Gruppo Ticino del Retriever club Svizzer
Gruppo Ticino del Retriever Club Svizzero

Il Nova Scotia Duck Tolling Retriever |(Toller)

Il nome più lungo nella famiglia dei Retriever appartiene al suo piu' piccolo esemplare!

"Riportatore e richiamo di anatre della Nuova Scozia"? Tutti sanno che la parola Retriever significa riportatore, e che i cani così soprannominati hanno l'istinto del riporto molto sviluppato, ma che vuol dire "Duck Tolling"? Ne più ne meno che "esca, o attiratore di anatre", inquanto nel "Toller", come lo chiamano gli amici, l'istinto più evidente è quello di riportatore e quello di richiamo alla vista.

La razza del Nova Scotia Duck Tolling Retriever venne creata in Nuova-Scozia (Canada) all'inizio del 19.mo secolo. Queto cane corto, trottella e gioca nei pascoli e attira cosi le anatre, che sono curiose di natura. Il cacciatore, nascosto, può stimolare il suo cane lanciandogli dei rametti o delle palline. Le anatre si avvicinano al pascolo ad una distanza dove possono essere abbatuti. In seguito il Toller deve riportare la selvaggina abbattuta, come ogni altro Retriever.

Il Duck Toller è un tipo di cane abbastanza diffuso, soprattutto nelle regioni paludose dove le anatre abbondano. In Inghilterra, nel Norfolk, c'era già nel 17.mo secolo una razza di "decoy-dog" (cane-esca) di color rosso-bruno, ma è completamente sparita. Sono forse i discendenti di qualche esemplare di questo cane, emigrato con il suo padrone nel Canada, che intravvediamo nel Duck Tolling Retriever. In certe riserve naturali della Gran Bretagna, si utilizzano al giorno d'oggi degli spaniel, come per esempio, il Welsh Springer (di taglia simile al Toller) per attirare le anatre in un vicolo cieco, dove gli ornitologi possono esaminarli e censirli prima di liberarli. Lo stesso metodo è usato nei Paesi Bassi, con il Kooikerhondje, razza locale di cane-esca.

Sally Gray
traduzione italiana di N. Akaoui (Lugano)

Il carattere del Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Il Toller in quanto cane d'utilizzo

All'inizio dell'allevamento nessun uomo si è interessato ad altro come salvaguardare questo cane da caccia infatigabile con la sua tecnica di lavoro unica.Uno standard per l'aspetto esteriore non esisteva. Anche al giorno d'oggi non è la sua apparenza elegante che ne fa un cane eccezionale, ma le sue doti naturali. E queste lo distingue in modo singolare dalle altre razze di Retriever.
Esteriormente, il Toller deve avere un fisico funzionale, cioè essere mobile per il Tolling e per ricercare la sua preda e abbastanza forte per portarlo. La sua taglia ideale agevola inoltre la tenacia al lavoro.

Lo scopo dell'allevamento è il Dualpurpose retriever, cioè il tipo esposizione e il tipo lavoro in un unico esemplare. Bisogna dire che è l'armonia di forza e di mobilità che fa la bellezza del Nova Scotia Duck Tolling Retriver. Interriormente, deve essere animato da sensibili istinti: un orientamento al di sopra della media, un fiuto straordinario e un potere di reazione eccezionale. La resistenza la deve al suo temperamento focoso e la sua capacità di attingere al suo istinto di gioco. Può riportare cento volte al giorno una preda in acqua, senza con ciò venir meno nelle forze. La sua combattività rimane intatta fino all'età avanzata.

La sensibilità la adopera per il suo potere di reazione alla rapidità di un fulmine.

E ovvio che il Tooler non è un cane per tutti. E' un vero cane di utilità, nell'acqua quanto sul terreno dove può essere utilizzato come <Schweisshund>. Purtroppo il suo talento come cane d'appartamento non è più coltivato. Il cacciatore che lo alleva secondo i criteri dell'arte venatoria e gli insegna a cacciare, non dovrà faticare a perfezionarlo.

Il Toller inquanto cane da famiglia e da sport

Da noi, il Nova Scotia Duck Tolling retriever non è quasi mai utilizzato per il suo impiego originario. E' per questa ragione che dobbiamo trovargli una occupazione sostitutiva. Non dobbiamo dimenticare che non è un Mini-Golden Retriever.
Un Toller che non è accudito a dovere non procura che poche gioie. Per esempio il Toller che non ha lavoro, diventa indipendente oppure si crederà capo-branco, il che vuol dire che non si lascerà più comandare. Come pure il suo istinto di guardia diventa più forte e perde le buone relazioni con l'uomo, diventa fisicamente e psichicamente malato non appena lo si lega alla catena.Oppure diventa un compagno noioso con la tendenza a rosicchiare le sue zampe e il suo pelo. E' interessante constatare che che tutti i Toller sono cani tranquilli se non stimolati.

Come tenere Toller inquanto cane da famiglia?

Sicuramente come se avesse il piacere di vivere in famiglia. Si può benissimo giocare con lui. Se vive con dei bambini, altri cani o altri animali e se ha molti contatti, se può correre all'aperto, andare a tuffari o giocare in un ruscello, una buona parte delle sue esigenze sono soddisfatte.

Un Troller non è un cane per persone che vivono in un luogo monotono, ne per gente che ignora lo sport o per professionisti al 100%
Ama appieno la sua famiglia, i bambini, gli animali domestici e si sente responsabile verso di loro. E' un compagno pieno di allegria, che ama i divertimenti, ma e' parimenti pieno di docilità e tenerezza. E' cauto nei confronti degli estranei, ma gli amici di famiglia sono pure amici suoi: amici ai quali da tutta la fedeltà e che non dimenticherà mai.
Non appena qualcuno cerca di far male ai suoi, il Toller considera questa persona come nemicopotenziale. Non bisogna dimenticare che nelle sue arterie scorre del sangue del cane da guardia. Ciò nondimeno, la piccola volpe rossa non è aggressiva, ma e' un guardiano attento ed energico, che sa esattamente con chi ha a che fare. Per questa ragione non si deve temere nulla da parte di un Toller che vive in circostanze normali.

Per quanto concerne i suoi co-generi, si comporta in modo diverso, permette tutto a coloro che ama. Per contro, domina coloro che non gli sono molto simpatici. Li bombarda di sguardi penetranti e li intimidisce con ringhiate molto accentuate. Non si avvicina a soggetti pericolosi. Se scoppia una lite, si puo' essere certi che il Toller non morde, a condizione tuttavia che l'uomo non si immischi. Un tratto di carattere positivo e' che il Toller non ha inclinazioni di attaccabrighe. Si puo' dunque lasciarlo girare liberamente.

Per diventare un cane da famiglia, l'allevamento deve essere fatto con molto amore. Visto che il Toller, gia' come cucciolo, e' pronto a piacere agli uomini, e' importante mostrargli sempre e sempre cio' che ci piace in lui.Ogni comportamento positivo deve essere accompagnato da un sincero complimento. Per contro, ci rigiriamo freddamente se qualcosa non ci piace, un corto <no> e' sufficente. Se e' possibile passiamo ad una azione diversiva. Cosi, gli insegnamo, giocando, le cose importanti. Cose che sono importanti per il resto della sua vita. Contribuiremo a migliorare la fiducia e progrediamo nelle sue inclinazioni naturali.

La formazione non deve avvenire prima dei 12 mesi, quando il cane ha raggiunto una certa maturita'. La persona impaziente, rozza o dura avra' prima o poi dei problemi con il suo Toller. Non bisogna confondere logicita' con severita'. Lo sport piu' adatto per il Toller e', ovviamente, la caccia come e' praticata dai club Retriever nei vari paesi. Ma tutti gli sport possono essere praticati da questo cane dai molteplici talenti escluso la guardia. Cio' a causa parzialmente della sua indole dolce e parzialmente inquanto non corrisponde al suo carattere giocoso.

Il canadese rossiccio, mai stanco, si presta perfettamente come cane sanitario e da valanga. Presenta tutte le predisposizioni per un cane da salvataggio.

L'Agility e' un gioco allegro e simpatico, gioco che risponde bene al temperamento esuberante del Toller. Ma attenzione, non e' facile ne semplice formare questo cane cosi sensibile.Il Toller non tollera affatto la durezza o l'ingiustizia. Chi non e' capace di dominarsi, non dovrebbe mai acquistare un Toller. Questo cane deve avere fiducia in voi. Se abbiamo carpito la sua fiducia, raggiungeremo il massimo di rendimento.Se lo puniamo senza che lui capisca il motivo, il suo equilibrio mentale sara' distrutto per sempre.

L'ambizione e l'impazienza sono le cose piu' terribili che possa subire un Toller. L'animale diventa insicuro, taciturno e tutto il suo sviluppo e' compromesso.Il suo maestro non potra' mai lavorare con lui con successo, e sara' di conseguenza deluso.Ma chi avra' tutta la comprensione per questa volpe rossiccia e che sapra' apprezzare le sue qualita' ricevera' molta gioia. Saper salvaguardare intatte le sue qualita', ecco l'obiettivo di ogni allevatore e il comandamento piu' importante di tutti i club Retriver del mondo. In effetti, questi club hanno una grande responsabilita' per il futuro di questa meravigliosa razza.

Lo Standard del Nova Scotia Duck Tolling Retriever

Lo standard ufficiale del Toller lo descrive come cane di taglia media, vigoroso, compatto, ben proporzionato e fortemente muscoloso. E' estremamente agile, molto attento e ben determinato. Il Toller e' un cane molto resistente, intelligente, facile all'apprendimento. E' un nuotatore nato, cio' che ne fa un riportatore di talento e sicuro nella preda in acqua. Quindi abbiamo a che fare con un vero cane da lavoro. Come il Chesapeake Bay Retriever, il Toller e' forse un po' piu' discreto che gli altri retrivers - ma una volta fatta la sua conoscenza, siete accettati come amico.

Il Toller ha un pelo lungo, di color rossiccio-volpe (piu' chiaro del Setter irlandese) all'arancio con un sottopelo molto fitto, eredita' dei suoi avi che dovevano nuotare nelle acque gelide dal Canada. A volte il Toller ha una striscia bianca sulla fronte, una piccola macchia bianca sul petto e zampe, come pure sulla punta della coda. La pigmentazione deve essere di colore chiaro, che si sposa armoniosamente con il colore del pellame, oppure di colore nero. L'apparenza giocosa del Toller e' accentuata dalla sua coda, fornita di frangiature abbondanti. Quando il cane e' in attesa, la coda e' portata alta e ricurva, come una banderuola al vento.

La sua taglia relativamente piccola (maschio 45-56 cm per un peso di circa 20-23 kg - femmina 45-48 cm per un peso di circa 17-20 kg) arrischia di dare l'impressione che il Toller sia il Retriever ideale per chi ha poco spazio, ma cio' non dovrebbe essere l'unica ragione per acquistare questa razza. Se pensate che il Toller sia il cane che vi occorre, dovrebbe innanzi tutto essere a causa del suo carattere unico nella famiglia dei Retrievers.

Gli esemplari di Toller importati o allevati in Svizzera aumenta in modo alquanto appariscente da 5-6 anni. Nel 1992, tre Toller furono iscritti al LOS, importati dall'Inghilterra e dalla Svezia. Il 1993 vede l'arrivo di tre Toller svedesi, inglesi e olandesi, e la nascita d'una cucciolata di sette cuccioli. L'anno dopo, il numero di Toller aumenta di due cucciolate e otto cani importati. Nel 1995, due importazioni e due cucciolate. Il 1996 vede ancora due Toller immigrati e il numero delle cucciolate ha raddoppiato a quattro. Si puo' veramente affermare che il Toller e' arrivato e .... conta di rimanerci in Svizzera!

Come gli altri Retrievers, il Nova Scotia Duck Tolling Retriever fa parte del gruppo 8 delle razze (cani riportatori di cacciagione - cani di alzo della cacciagione e cani d'acqua Sezione 1; riportatore di cacciagione) secondo la classificazione della Federazione Cinofila Internazionale. Classato cane da caccia, il Toller deve dunque imperativamente salvaguardare i suoi istinti innati per la ricerca e il riporto, cio' che fanno di lui non solo un buon aiuto al cacciatore, ma anche un soggeto con le qualita' richieste - vivacita', predisposizione al gioco, intelligente (in piu' della sua conformazione) - per il lavoro di Agility o per la classe Sanitaria. E' veramente auspicabile che i proprietari di un Nova Scotia Duck Tolling Retrievers facciano presto sentire la loro presenza ai concorsi per provare che questo piccolo cane attraente non ha voglia, ne bisogno - come certi altri suoi cugini - di diventare un cane da salotto perdendo la sua gioia al lavoro e il suo desiderio di compiacere.

Sally Gray
traduzione italiana di N. Akaoui (Lugano)