Gruppo Ticino del Retriever club Svizzer
Gruppo Ticino del Retriever Club Svizzero

Il Chesapeake Bay Retriever | Sotto il segno della leggenda

La storia del Chesapeake bay retriever è abbastanza originale. Nel suo paese d'origine, gli USA, è una razza relativamente nota: si pensa che esistano circa 40.000 esemplari, ciò che lo pone, d'acchito, al terzo posto tra i Retrievers per il numero di esemplari.

Evidentemente, negli USA, è considerato una razza "nazionale" e, data la scarsezza di razze americane autentiche, si spiega il successo che riscuote.Altrove, la sua posizione è chiaramente diversa: è un cane da lavoro, adatto al lavoro in acqua nelle condizioni più difficili. I cacciatori che abbiano tali esigenze in Europa sono poco numerosi, per cui non bisogna aspettarsi da noi una diffusione sostanziale della razza.Il Chesapeake ci dà un'idea abbastanza chiara di ciò che potevano essere i cani americani che furono all'origine dei cani che si trovavano in Terra-Nova: degli esemplari molto solidi, senza essere grandi, con una testa forte, un pelo molto denso e soprattutto grasso. Ha pure un forte carattere: a lungo tempo, il Chesapeake è stato considerato incapace di lavorare con altri cani, ne di vivere in branco. Tale comportamento ormai appartiene al passato, poiché la razza appare ormai nei fields-trial, nelle esposizioni di bellezza come pure nei concorsi d'obbedienza negli USA; ciò nonostante, la docilità non è il suo punto forte.Origine? Mal conosciuta, ovviamente. Si può dare molto credito all'aneddoto che spiega il suo arrivo sulle coste del Maryland.
Nel 1807, un veliero inglese naufragò al largo della costa del Maryland, e tra i sopravvissuti c'erano due cani Terra-Nova, Sailor e Canton. Un maschio e una femmina che divennero degli eccellenti riportatori in acqua. I due furono accoppiati con dei cani da caccia locali e, nel tempo, si sviluppò una nuova razza che venne chiamata Chesapeake Bay retriever.

Il carattere del Chesapeake Bay Retriever

Nuotatore potente che può affrontare l'acqua insidiosa ed eccellente riportatore di anatre.

Il pelo del Chessie gli permette di andare a cercare la cacciagione abbattuta nelle acque più gelate. E' il suo pelo che distingue questo riportatore dagli altri cani da caccia. Il pelo è spesso e corto con sottopelo molto denso. Il colore varia da un castano scuro a paglierino (descritto come colore dell'erba morta). Al tatto, il pelo sembra oleoso e molto resistente all'acqua. I cacciatori dicono che per asciugarsi, un Chesapeake, gli basta scuotersi energicamente dopo aver prelevato la preda dalle acque glaciali autunnali.

E' una razza che ama i bambini e si citano diverse storie di giovani salvati dall'affogamento dal "Chessie" di casa.

Il Chesapeake è un cane che ha bisogno di molto spazio e di molto moto.

Sono dei cani di carattere forte.
E' essenziale portarli alla socializzazione già dai primi mesi, sia con altri cani che con bambini.
Non si deve nulla lasciare al caso, inquanto sono dei cani molto intelligenti e che imparano molto in fretta sia i buoni che i cattivi comportamenti.
Noi raccomandiamo ad ogni futuro proprietario di un Chesapeack di seguire dei corsi di obbedienza già da piccolo, al fine di fargli capire chi è il capo. Cosi facendo, avrete il piacere di coabitare con il vostro cane.

In breve, questa razza si addice più a un proprietario già capace piuttosto che a uno novizio.

Lo Standard del Chesapeake Bay Retriever

Testa:
Cranio largo e tondo, con stop medio, naso medio, muso corto, appuntito ma non eccessivamente. Labbra sottili, non pendenti. Orecchie piccole, ben piantate sul capo, pendenti mollemente, di consistenza media. Occhi di media grandezza, molto chiari, di colore giallastro e distanti.

Collo:
Di lunghezza media, con un aspetto fortemente muscoloso, che si assottiglia verso le spalle.

Spalle, petto e corporatura:
Spalle oblique, devono avere movimento sciolto, con abbondanza di potenza, senza alcuna restrizione di movimento. Petto forte, profondo e largo. Gabbia toracica rotonda e profonda. Corporatura di media lunghezza, ne <cobby>, ne a dorso d'asino, ma piuttosto incavato, fianchi ben evidenti.

Arti anteriori:
Devono essere altrettanto alti o un po'' più alti delle spalle. Non devono mostrare alcuna tendenza di debolezza ne agli arti anteriori ne posteriori. Gli arti posteriori devono avere una particolare vigorosità per poter fornire la potenza necessaria nel nuoto. Il dorso deve essere corto, ben proporzionato e vigoroso. Un buon retrotreno è essenziale.

Membra, gomito, garretto e zampe:
Le membra devono essere di media lunghezza e ritti, di buona ossatura e muscolatura, con delle zampe di lepre ma ben palmate e di buona taglia. Le dita ben arrotondate e strette, le ossa pasturane leggermente ricurve di di lunghezza media, i garretti di media lunghezza; più dritte sono le membra e meglio è. Gli speroni, se vi sono, devono essere asportati dagli arti posteriori, possono rimanere agli arti anteriori. Un cane con gli speroni agli arti posteriori deve essere squalificato.

Coda:
La coda di di media lunghezza, variabile da 30 a 37,5 cm per i maschi, e da 27,5 a 35 per le femmine, abbastanza spessa all'attaccatura; sfrangiature permesse.

Mantello e suo aspetto:
Il mantello deve essere spesso e corto, mai più di 3,75 cm, con sottopelo lanoso e abbondante. Il pelo sul muso e sugli arti deve essere molto corto e ritto, con una tendenza a ondulazioni sulle spalle, sul collo, sul dorso e sui reni. Il pellame riccio o una tendenza al riccio non è ammessa.

Colore:
I colori variano dal castano scuro al rossiccio spento oppure colore dell'erba morta, la quale varia da tonalità fuoco a paglierino. Una macchia bianca sul pettorale e sulle zampe è permessa, ma più piccole sono e meglio è, visto che la tinta unica è preferibile.

Peso:
Maschio: da 29 a 34kg; Femmina: da 25 a 29 kg.

Altezza:
Maschio: da 58 a 66 cm; Femmina: da 53 a 61 cm.

Simmetria e qualità:
Il Chesapeake deve evidenziare una disposizione allegra, felice e una espressione intelligente, con un contorno impressionante e mostrarsi un buon lavoratore.
Il cane deve essere ben proporzionato, un animale con un buon pelo e ben equilibrato in altri punti è da preferire al cane eccellente in alcuni punti, ma debole in altri.
La conformazione del mantello è molto importante, essendo il cane adoperato in ogni condizione atmosferica, sovente al ghiaccio e nella neve. L'olio nel pellame ruvido e il sottopelo lanoso è di estrema importanza per impedire all'acqua fredda di raggiungere la pelle ed aiuta per l'essiccazione rapida. Il pelo del Chesapeake deve resistere all'acqua allo stesso modo delle piume dell'anatra. Quando lascia l'acqua e si scuote, il pelo non deve trattenere l'acqua, ma essere semplicemente umido. La colorazione e il mantello sono assai importanti, essendo l'animale adoperato per la caccia all'anatra. Il colore deve essere il più' vicino possibile al suo ambiente, pertanto viene molto considerato nel giudizio di un cane da lavoro o nel ring.
Il coraggio, la volontà di lavorare, la vivacità, l'odorato, l'intelligenza, la passione per l'acqua, le qualità generali e, ancor più, la disponibilità devono essere assolutamente considerati nella selezione e nell'allevamento del Chesapeake.